Vai al contenuto

Comunicato Gruppo Pavia-Scioperi del 15 e Sit-in del 16 c.m.

Il nucleo Studenti Contro il Green Pass | Pavia comunica quanto segue:

Domani, come movimento Studenti Contro il Green Pass -Pavia, parteciperemo al ritrovo, alle ore 10, presso la sede dell’Università degli Studi di Milano, in Via Festa del Perdono 7, per poterci confrontare con gli altri Atenei lombardi e poi accorrere in supporto dello sciopero dei lavoratori. Parteciperemo perché tutti uniti dallo scopo di contrastare la trasversale discriminazione del green pass e la sua obbligatorietà, introdotta dai DL 111/2021 e DL 127/2021.

 

Una misura irragionevole, non sorretta da autentiche ragioni sanitarie ed inutilmente divisiva: le ripercussioni psicologiche già si fanno sentire, col moltiplicarsi di disagi d’ansia e di depressione. Una misura dispendiosa, che di molto aggrava i bilanci familiari. Tanti studenti, talentuosi e meritevoli, sono costretti a rinunciare a frequentare l’Università, e in prospettiva, ad un futuro certo. Il messaggio che il green pass veicola è semplice ed inquietante nel suo paternalismo: potete evitare tanti patimenti, se accettate una semplice puntura. La libertà di scelta, fondamento della democrazia, viene così compressa fino ad esser quasi annullata, nel nome della acritica obbedienza.

 

La risposta ad una tale violenza alla Libertà dev’essere ferma e netta, ed intendiamo perciò raddoppiare i nostri sforzi: sabato 16 ottobre, dalle 9 alle 12, terremo un sit-in pacifico di fronte all’Aula Magna dell’Università di Pavia, in Piazza Leonardo Da Vinci, in concomitanza all’evento organizzato dall’Ateneo e dall’ANPI in memoria del Prof. Giorgio Errera, chimico veneziano, docente di Chimica organica a Pavia, che nel 1925 fu l’unico professore della Facoltà di Scienze di Pavia a sottoscrivere il Manifesto degli intellettuali antifascisti. Nel 1931 rifiutò, assieme a pochissimi altri accademici in tutta Italia, la tessera fascista, venendo così anzitempo collocato a riposo.

 

Ci piace pensare che, se Errera fosse stato ancora tra noi, ci avrebbe sostenuto con tutta la sua volontà.

Si allega inoltre la locandina dell’evento di sabato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.