Vai al contenuto

Comunicato in difesa del Prof. Tutino

Che il Professor Tutino – docente amatissimo, nonché un esempio di umanità, rigore morale e senso civico – venga trattato dallo Stato italiano alla stregua di un pericoloso criminale, non deve sorprenderci, poiché da tempo denunciamo l’esistenza di una grave deriva securitaria nel nostro Paese. No, non siamo affatto sorpresi, e tuttavia siamo egualmente disgustati, perché non riteniamo accettabile che il potere esecutivo continui a minacciare, vessare e perseguitare così i cittadini italiani. Del resto, sappiamo bene a cosa andiamo incontro quando teniamo la schiena dritta e abbiamo il coraggio di dire “no” al dispotismo. Se l’attuale amministrazione centrale vorrà assumersi la responsabilità di arrestarci tutti, le faciliteremo il compito: ci faremo arrestare tutti. Consapevoli dell’importanza di questo periodo storico, non arretreremo di un millimetro, ma faremo tutto ciò che è necessario per difendere le nostra libertà e i nostri diritti. Non perché siamo animati da uno sterile spirito di contraddizione, bensì perché è nostro profondo dovere. A voi tutti diciamo: quale che sia la vostra personale opinione in merito all’emergenza, avete il dovere di difendere un uomo colpevole solo di aver esibito un cartello innanzi ai palazzi del potere. Prendete atto di questo dovere, riconoscete che esso è sacro. Quanto al diretto interessato, è fin troppo ovvio che egli ci troverà sempre al suo fianco, a sostenerlo. Siamo tutti il Professor Tutino, al momento; viceversa, il governo non rappresenta nessuno: agisce in nome e per conto di ben altri interessi che quelli del popolo italiano.

( Foto copertina © Fabio Conti https://fabioconti.jimdofree.com/ )

20 commenti su “Comunicato in difesa del Prof. Tutino”

  1. Bravi, finalmente cominciamo a stare con la schiena dritta. Ricordiamoci che le consuetudini diventano norma di legge perciò non assecondiamo richieste assurde !

  2. La giustizia trionfa sempre.
    Se non ora quando saremo davanti a Dio.
    W il Professore Turino!!!!
    W la libertà!!!
    W la Costituzione!!!!!!!!!

  3. Abbiamo bisogno di professori come lei!!
    Grazie 🙏🏻 per quello che sta facendo ! Stiamo perdendo il lavoro e stanno lasciando i nostri figli fuori da tutto !

  4. Grande uomo grande insegnante prof.Tutino!
    E plauso ai magnifici studenti che lottano per un futuro di libertà e di onestà per tutti contro un regime criminale totalitario che sogna lo sterminio di massa!

  5. Desidero esprimere la mia profonda stima, ammirazione e gratitudine al prof. Davide Tutino, per il suo coraggioso e fulgido esempio di dignità umana e civile. Siate orgogliosi, giovani, studenti, di avere davanti a voi, al vostro fianco, una persona così limpida ad indicare la via giusta per una pacifica e nobile convivenza umana. Io non sono più giovane e vi assicuro che vedere lo splendore dei giusti mi commuove e mi dà forza per resistere e credere che riusciremo a riportare Libertà e Giustizia nel nostro Paese. Per quanto possiamo, seguiamo questi esempi virtuosi! Proteggiamo la nostra integrità.

  6. Avevo sempre detto , lo dico e lo dirò fino al ultimo mio giorno di questa terra che se dovesse cambiare qualcosa di buono nel mondo potrà venire solo grazie alla vostra forza . Se uscite voi in piazza vi seguiranno i vostri genitori e nonni

  7. Quando avranno annientato tutti i sanitari, i professori e i militari…I COLLABORAZIONISTI sapranno che sono vicini alla corda. La storia si ripete e la frase “ho solo eseguito gli ordini ” è stata già detta. Nessuna scusante.

  8. Amo tutte le persone che stanno resistendo. Sembra impossibile che il popolo non capisca che siamo di fronte a regole e obblighi così assurdi che limitano le persone che dissentono , lasciandole praticamente a morir di fame!
    Forza a tutti. Per il bene di tutti….

  9. Siete un esempio di coraggio e forza contro il Male assoluto. Grazie ragazzi, di darci un po’ di luce e voglia di combattere. Resistiamo tutti insieme. Non molliamo!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.