Vai al contenuto

Comunicato Gruppo Venezia – Sugli eventi del 2 giugno



L’associazione Studenti contro il green pass – Venezia, preso atto di aver subito di riflesso i posizionamenti assunti da altre organizzazioni studentesche contro il green pass su coordinate dichiaratamente antiatlantiste e filorusse, ritiene di dover affermare con forza la sua estraneità a tali simpatie.

Nel corso di numerosi cortei indetti il 2 giugno per la Festa della Repubblica lo striscione degli Studenti contro il green pass di altre realtà locali è apparso sfilare a fianco a cartelli anti N.A.T.O. e bandiere della Federazione Russa, immagini poi ripostate sui canali social della pagina nazionale in un collage.
L’associazione Studenti contro il green pass – Venezia pertanto non può tollerare alcun accostamento, neppure indiretto, della stessa a tale indirizzo.

L’associazione infatti è neutrale ad ogni disputa tra stati stranieri in quanto non ritiene collegato al perseguimento dei suoi obiettivi – primo tra tutti, l’abolizione del green pass e sistemi analoghi di premiazione e controllo sociale a livello nazionale – appoggiare questo o quel contendente in un conflitto straniero.
L’associazione, in quanto luogo di incontro e di confronto tra studenti, promuove al suo interno il valore della riflessione sul e della critica del presente, non ritenendo sensata la contestazione aprioristica dello status quo, atteggiamento che potenzialmente può legittimare sistemi peggiori.
L’associazione è refrattaria ad ogni propaganda, a maggior ragione dopo aver sperimentato direttamente – essendo stata suo bersaglio per mesi – quanto sia dannoso per la tenuta del tessuto sociale l’adozione supina di una narrativa universale e incontestabile, e pertanto richiama tutti i membri del Movimento a non sposare una narrazione solo perché simmetrica rispetto a quella di cui si è stati oggetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.